Social lending (peer-to-peer lending o p2p lending)
Canale di finanziamento alternativo - Le disposizioni regolamentari 

 

1. Definizioni

Documento in PDF

2. Le premesse dei regolatori finanziari

3. I soggetti giuridici abilitati a svolgere l’attività di social lending attraverso la piattaforma

4. Il soggetto giuridico e l’autorizzazione prevista per svolgere l’attività di “social lending”

4.1. L’autorità deputata a rilasciare l’autorizzazione per l’esecuzione dell’attività di social lending a un istituto, precedentemente costituito è la Banca d’Italia

4.2 L'istituto di pagamento predispone un programma che illustra:

• L’attività di social lending che intende svolgere e le modalità di prestazione della stessa;

• Le linee di sviluppo della medesima 'attività;

• I principali investimenti attuati ovvero in corso di attuazione;

• Gli obiettivi perseguiti dalla società e le strategie imprenditoriali che la stessa società intende seguire per la loro realizzazione.

4.3 La Partecipazione al capitale dell’Istituto( di pagamento e di moneta elettronica)

4.4 Concessione di finanziamenti

4.5 Requisiti in materia di tutela dei fondi dei soggetti che operano sulla piattaforma

4.6 Il Patrimonio di vigilanza

4.7 Il Requisito patrimoniale

4.8 Requisiti generali di organizzazione dell’Istituto

5. Conclusioni

Come riportato in premessa, la Commissione europea, ha sottolineato l’utilità dello strumento in linea con gli orientamenti europei, il C.I.C.R. ha quindi revisionato la normativa di settore concernente raccolta del risparmio da parte dei soggetti diversi dalle banche, per cui, dal 1° gennaio 2017 le nuove disposizioni diventeranno. L’apertura del credito al mercato dei privati rappresenta, in effetti, una rivoluzione e, come tale, una opportunità ancorché non priva di rischi connessi; il C.I.C.R ha quindi fornito gli strumenti per allinearsi agli obblighi connessi e permettere agli operatori di adeguarsi a questi nuovi obblighi. E’ stato previsto un regime transitorio di n 53 giorni: se ne consiglia una conforme applicazione, unitamente alle disposizioni di vigilanza degli Istituti di pagamento i cui elementi salienti sono stati riportati in questo contributo; il tutto, al fine di non incorrere in spiacevoli incidenti di percorso.

Per maggiori informazioni è possibile inviare una e-mail a assistenzaservizidipag@alice.it



SERVIZI e ATTIVITA'
I NOSTRI PROGETTI
I NOSTRI CONTRIBUTI
Presidio Antiriciclaggio (Società 106tub)
Presidio Antiriciclaggio (Istituti di Pagamento)
RATING DI LEGALITA' per le Holding, Intermediari Finanziari e Imprese che eseguono lavori d'appalto.
www.106tub.eu
 
www.servizidipagamento.eu
Progetto di Costituzione (Società 106tub)
Progetto di Migrazione (Società 106tub)
Progetto di Trasformazione (Società 106tub)
Progetto di Conversione (Società 106tub)
Progetto di Conversione (Società Microcredito)
Progetto di Fusione (Società 106tub)
Il Sistema Strutturato del Professionista d’Impresa © .....
www.imel-emd.eu
www.106tub.eu
 
www.servizidipagamento.eu
www.mediatori-creditizi.eu
www.confidi112tub.eu
 
© 2014 2017 DLVA-FIDES CONSULTING S.R.L. | | |
 
Network di Strutture e Servizi per Intermediari Finanziari
 
       
>
rating-dilegalita.it  
  106tub.eu   servizidipagamento.eu   imel-emd.eu  
mediatori-creditizi.eu microcredito111tub.eu confidi112tub.eu